Pubblicato in 22 February 2018

Perdita di alopecia areata capelli mi ha dato il meglio di capelli della mia vita

Kylie Bamberger

My BFF ha alopecia e mi ha aiutato a trovare i migliori capelli della sua vita.

Ali Hoffman ha avuto l’alopecia per 17 anni e non avevo idea per i 13 anni che la conosco. L’alopecia è una condizione che fa sì che il sistema immunitario ad attaccare i follicoli dei capelli, che è dove inizia la crescita dei capelli. Più in particolare, Ali ha alopecia areata, il che significa che perde i capelli a chiazze.

Ali ha sempre fatto un lavoro così incredibile coprire punti calvi, e, talvolta, non ha mai avuto alcun affatto (alopecia areata può essere manifesta sporadicamente, e Ali ha attraversato periodi con spessore, capelli splendidi). Ho scoperto solo di recente, quando, nel corso di due mesi, Ali aveva un flare-up che l’ha costretta a perdere il 70% dei suoi capelli. Dopo un importante freak-out, ha deciso di riprendere il controllo con la rasatura la testa, ottenendo adatto per una parrucca dall’aspetto realistico e sperando che nessuno se ne accorgesse.

 

Ma questo è solo l’inizio.

Ali si rese conto che era stata ostacolare la sua capacità di vivere senza stress sui capelli per gli ultimi 17 anni. Questo è quasi due decenni. Si chiese perché non avesse fatto prima. Ha iniziato a incorporare più parrucche nel suo repertorio, essendo un pelo lungo oggi bionda e un pelo corto bionda con un tono più caramello domani.

Lei era così sollevato e liberato dal suo regime parrucca ritrovata ha deciso che non valeva la pena tenere un segreto più a lungo, quindi si rivolse a testa alta con un post molto vulnerabile Facebook. La risposta è stata folle.

 

 

 

 

Dopo aver lottato per tutta la vita con alopecia, finalmente se stessa liberata.

Dopo aver passato da nascondere la sua condizione, che lei ora chiama una “piccola parte” di se stessa, di sentirsi totalmente “cazzuto” - calvo o parrucca fuori-ha trovato il modo più importante per rompere lo stigma è stato quello di puntare in alto e far sapere agli altri la verità in modo che potessero smettere di chiedersi o venire con le loro storie false. Ali ha imparato a smettere di nascondere il suo vero sé. E l’ha aiutata a diventare una donna forte e “dare molti meno scopa circa il giudizio degli altri.”

E no, non tutti i giorni sono sorprendenti. “Per essere onesti, andare a una classe di yoga caldo Los Angeles in un turbante sorta di schifo, ma situazioni del genere mi hanno costretto a mettersi a proprio agio nella mia pelle”, ammette. Ma questa è la vita - i giorni buoni, i cattivi giorni e la motivazione per andare avanti.

La storia di Ali è per chiunque in una situazione simile, sì, ma è anche un richiamo a tutti di mettere le cose in prospettiva: di essere grato per la vostra salute e non lasciare che le cose che non sacrificano la salute scoraggiare da questo apprezzamento.

E ‘anche un grande richiamo per autorizzare altre persone ad essere cazzuto nella loro pelle, con o senza capelli, senza vestiti o vestiti funky, con una faccia piena di trucco o totalmente nuda faccia. Proprio da soli: le vostre buone, le vostre sfide e tutto il resto.

C’è tanta ispirazione per essere avuto nella storia di Ali, così mi sono seduto con lei a parlare in modo approfondito sulla sua esperienza.

Alexa Erickson: Raccontami la prima volta che hai scoperto circa la vostra diagnosi con alopecia. Come hai reagito?

treccia bionda

Pete Bellis

Ali Hoffman: mi è stato di circa 10. Mia madre è stata intrecciatura i capelli e ha scoperto che le patch in tutto l’attaccatura dei capelli mancavano. Penso che lei fuori di testa un po ‘perché non sapeva cosa stava succedendo. Siamo andati al primo di molti medici e mi ha diagnosticato con alopecia areata (il che significa che in genere perdo patch di capelli, al contrario di totalis alopecia universalis o in cui si perde tutti i capelli sulla testa e tutto il corpo, rispettivamente).

Mia madre e io ricordo di questo primo medico in particolare era piuttosto scortese e indifferente! Ero un po ‘depressa e confusa, ma è stato facilmente nascosto in quel punto e mi ricordo di aver riconosciuto che almeno era solo una questione estetica. So che si nasconde da una così giovane età è diventato un rito che è stato davvero difficile da rompere. Non ho detto a nessuno di fuori della mia famiglia.

AE: Da allora in poi, hai qualche anni standout o fasi nella tua vita il tuo alopecia è stata particolarmente male?

AH: Oh, ci sono stati diversi. Per me, lo stress innesca il mio alopecia. Ho l’ansia cronica, quindi è un combo frustrante! Durante la scuola media e scuola superiore, ho perso le patch qui e là quando ero stressato di ragazzi, scuola, ecc sarei forse passare attraverso un anno o giù di cui non ho potuto indossare una coda di cavallo, ma non era un affare enorme. Nel corso di questi anni, ho ricevuto iniezioni di steroidi nelle zone colpite una volta all’anno o giù di lì (che potrebbe essere di circa 30 a 40 colpi alla volta, FUN!)

Due giovani bionde a piedi con gli zaini.

Clarisse Meyer

College e il primo anno post-universitario sono quando ho vissuto i primi episodi di perdere un sacco di capelli alla volta, ma ho imparato a nasconderlo come un maestro. Ho notato che le grandi aree di perdita di capelli sarebbe in correlazione con i grandi eventi della vita come una rottura, o cose anche interessanti come studiare all’estero. Ho sperimentato con un trattamento topico lo scopo di indurre una reazione allergica (che non è andato bene) e poi ho trovato una meravigliosa medico a New York per amministrare iniezioni di steroidi mensili, che ha lavorato per un po ‘.

Quando ho preso la decisione di sradicare la mia vita e trasferirsi a Los Angeles, ho perso forse un terzo dei miei capelli, il tutto sopra la mia testa, e accettato per la prima volta che potrei avere bisogno di guardare in altre soluzioni, come le parrucche. Questo è stato l’episodio più difficile di alopecia come è diventato sempre più difficile da nascondere.

Un collega mi ha chiesto, di fronte a tutta la mia squadra, perché ho avuto una zona calva ed è stato uno dei peggiori momenti più umilianti della mia vita.

 

Ho anche stato costretto a “uscire” per il mio molto favorevole, il ragazzo era nuova-at-the-time. Il mio medico mi ha colpito duro con iniezioni di super-forti ei capelli tutti cresciuti di nuovo solo a cadere di nuovo circa un anno in soggiorno a Los Angeles. E ‘stato a quel punto, dopo aver perso circa la maggior parte dei miei capelli, ho deciso che era il momento di fare un cambiamento.

AE: Quali sono state le maggiori insicurezze?

AH: Beh, la cosa più evidente è che come la maggior parte gli esseri umani, mi preoccupo del mio aspetto! I capelli sono una cosa superficiale stupida, ma è anche un simbolo di bellezza e la sessualità ed è difficile sentire come una donna sicura di sé sexy senza di essa. Quando i miei capelli era incerto e diradamento, ho guardato male; Ho evitato guardando me stesso perché mi fuori di testa.

Su un altro piano, mi sono nascosto questa imperfezione per 17 anni e quando lo fai, la vergogna comincia a circondarla.

 

In generale, posso ottenere un po ‘di fissarsi su perfezione, e mi sentivo come se fosse questa zona oscura di vulnerabilità che mi ha reso meno prezioso come una donna, tanto ridicolo quanto possa sembrare.

 

AE: Quali sono i tuoi pensieri sul stigma di una donna di essere calvo o avere i capelli sottili? Perché che la stigmatizzazione esiste nella società?

 

capelli biondi che soffia nel vento

Daria Shevtsova

AH: Avere bei capelli spessi è un significante biologico che una donna è sano o fertile proprio come avere una pelle luminosa o tette o qualsiasi altra cosa del genere, quindi stiamo condizionato a essere spento da una donna con i capelli sottili o perdere i capelli, perché sembra che lei è fertile o malati. Quindi penso che proviene da quella. In tempi moderni, abbiamo appena associamo con femminilità.

AE: Ha fatto questo stigma sociale avvii le paure quando si è verificato il tuo flare-up?

AH: L’ultimo anno o due, quando l’alopecia era male, avevo sempre paura che qualcuno se ne accorgesse e vedere me in modo diverso: non come freddo, non come “insieme”, non così bella. Avevo attaccato tanta vergogna nella mia mente in modo che non potevo nemmeno immaginare di esporre questa piccola parte di me.

Anche se ho un amore, compagno di appoggio, ho avuto molta paura di quello che la sua reazione sarebbe quella di avere una fidanzata calvo. E ‘stato un adeguamento che è ancora in corso, ma che è stata per lo più da parte mia di essere abbastanza sicuri di essere il mio sé normale.

AE: Fast forward al 2017 quando si aveva un passo avanti a radersi la testa. Cosa ha provocato questo? Quali pensieri andavano per la testa?

AH: avevo perso un sacco di capelli e un medico mi ha detto che pensava che io fossi oltre il punto per gli steroidi perché non aveva praticamente dovuto iniettare tutta la mia testa. Ho pianto molto, poi ha iniziato a fare qualche ricerca su parrucche, avvolge la testa, ecc, che ero stato troppo nella negazione di fare prima. Mia mamma è accaduto di essere in visita così lei è venuta con me ad un genio parrucca magica che ha anche alopecia e che era estremamente ben informato. Mi adatta per una parrucca incredibile e ha confermato che avevo perso il 70% dei miei capelli. Lei mi ha detto che indossare la parrucca sopra la testa rasata era più comodo, ma non mi sentivo pronto, quindi ho indossato sopra quello che pochi capelli che avevo in un primo momento.

Indossare la parrucca in pubblico per la prima volta è stato snervante per me. Ho portato a una festa ed ero paranoica per tutto il tempo. Poi ho indossato per lavorare che era difficile, ma si rivela la gente in realtà non guardare i capelli di altre persone più di tanto! E la parrucca è incredibile! Alcune persone mi hanno chiesto se avevo ottenuto estensioni. Stavo ancora perdendo ciuffi di capelli ogni giorno, però, ed è appena diventato sempre più deprimente. Ci ho pensato molto e, infine, appena detto “cazzo” e rasato il tutto. E ‘stato spaventoso ed emotiva, ma mi sono sentito subito più come me che ho avuto in un tempo lungo. Mi avevano detto che il mio ragazzo prima della rasatura che non avrei mai fargli vedere la mia testa pelata, ma mi sentivo come ho guardato potente e cazzuto e subito gli mostrai.

AE: Come ci si sente di andare pubblico con il tuo problema di salute?

AH: Negli prime settimane ho appena detto a un paio di amici, poi ho imparato come andare a lezione di yoga calvo (Ho indossato un involucro testa funky), andare al mare (cappello da sole floppy o buon mercato, parrucca casuale sotto un cappello) un massaggio (andare calvo) o avere rapporti sessuali (lo fai e basta: è lo stesso). Ho anche avuto un altro divertente, audace parrucca con la frangetta! Tutti questi piccoli passi mi hanno fatto sentire forte e sostenuta.

Dopo preoccuparsi tutto il tempo su se la gente potrebbe dire che indossavo una parrucca o chiedendo perché stavo indossando il velo, ho deciso di postare sui social media sulla mia situazione. La reazione è stata schiacciante gentile e mi sono sentito così bene in seguito. Mia mamma mi ha detto che un sacco di persone inaspettate della mia città natale, allungò la mano per lei pure con parole gentili.

AE: Cosa speri la vostra storia può insegnare agli altri?

AH: Specialmente con i social media, è facile presentare un’immagine di perfezione al mondo, quando in realtà nessuno è perfetto e tutti hanno qualcosa si vergognano o si sentono insicuri circa. Penso che abbiamo bisogno di incoraggiare l’altro per essere un po ‘più vulnerabile sui nostri difetti.

Vorrei aver saputo quanto meglio mi sentirei dopo aver abbracciato una cosa che ho odiato e combattuto contro per tanto tempo. Accettando questo piccolo, banale imperfezione mi ha fatto sentire più complesso, e spero che gli altri possono prendere la mia storia come un voto per l’auto-accettazione.

* Le foto personali sono stati forniti da Ali Hoffman.